RESOCONTO RIUNIONE PROVINCIALE MOVIMENTO 5 STELLE

Si è tenuto domenica 9 febbraio a Fossano un incontro organizzato dal Movimento 5 Stelle Cuneese per far il punto sulla situazione nazionale e regionale.
In una sala gremita, 20140209_171905davanti ad un pubblico attento, recettivo e partecipativo, sono stati tanti gli argomenti trattati da Davide Bono, Consigliere (o ex?) Regionale, e Fabiana Dadone, cittadina eletta per il MoVimento 5 Stelle alla camera dei deputati.
Si è parlato innanzi tutti di Regione: Davide Bono ha illustrato la situazione dopo la sentenza del Tar (che ci ha lasciato senza un Governo regionale ed – a oggi – senza nessuna certezza per l’immediato futuro), ma soprattutto ha parlato di Bilancio e di Trasporti.
Ne è uscito un panorama impietoso: anni di mala gestione dei fondi e di mancanza di controlli da parte dello Stato centrale ci hanno portato ad avere una delle Regioni più indebitate di Italia (fallita di fatto, se non fosse per gli aiuti dello Stato), con una delle reti ferroviarie più sviluppate ma che non possono più essere mantenute.
Tagli dovuti dunque alla mancanza di fondi ma anche a causa di una totale disorganizzazione da parte delle amministrazioni pubbliche: basti pensare che il mancato coordinamento tra trasporto su ferro – di competenza regionale – e trasporto su gomma – di competenza provinciale, hanno causato e continuato a causare sovrapposizioni – inutili e costose – di linee. Tagli che sono stati particolarmente pesanti nella nostra provincia e dei quali quello della linea Cuneo-Nizza o del trasporto studenti nella giornata di sabato sono soltanto i due esempi più eclatanti.
Si sono poi affrontati, con l’aiuto di Fabiana Dadone, argomenti di respiro nazionale: dal problema dell’ uso della ghigliottina in Parlamento, al decreto Imu-Bankitalia, cercando di capire quello che è effettivamente successo e sta succedendo in questi giorni a Roma, al netto delle speculazioni, stereotipi e delle distorsioni fatte dai media mainstream.
Si è infine parlato di problematiche locali ed in particolare dell’ipotetico casello sull’autostrada Torino-Savona in Località Tagliata. É intervenuto Gianni Rinaudo co-fondatore di “Stop al consumo del Territorio”, il quale ha largamente motivato il NO a quest’opera.
Numerosi gli interventi del pubblico di cui non possiamo che essere felici e al quale chiediamo di continuare a seguirci, interrogarci e criticarci, tramite la partecipazione ai nostri eventi o tramite il contatto via web.

MoVimento 5 Stelle Cuneese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *