Resoconto Consiglio Comunale del 10/06/2013

Consiglio Comunale che inizia con un minuto di silenzio per il tragico fatto di cronaca che ha interessato un giovane ragazzo monregalese, Carlo Mura.

Argomenti trattati:

1. Formulazione di un parere (obbligatorio per legge) sull’iscrizione al relativo Albo Provinciale della “Pro Loco frazioni di Mondovì Breolungi, Gratteria, Rifreddo e San Giovanni dei Govoni”.

Diamo voto favorevole.

2. Esercizio finanziario 2012 – Rendiconto. Si tratta dell’atto “tecnico” conclusivo del bilancio 2012 che va ad analizzare quanto è stato fatto o non fatto rispetto al Bilancio di previsione. Di fatto la possibilità dei Consiglieri di incidere è nulla, si può solo controllare e chiedere chiarimenti alla Giunta.

Premetto che il M5S non era presente (gennaio 2012) alla trattazione in Consiglio del Bilancio preventivo. Mi sono limitato ad ascoltare e a chiedere alcuni chiarimenti.

I Consiglieri Tarolli e Magnino (Mo.Mo.) hanno posto domande puntuali e competenti su opere pubbliche (cantiere ascensore che non parte, lavori ai campi Valeo), sito web del comune, recupero crediti comunali e su Mondovicino.

I Consiglieri di Maggioranza Priale (M.VI’ ATTIVA) e Aimo G. (PDL) hanno elencato, come da copione, quanto è stata brava e bella questa amministrazione.

E’ stato poi il momento degli Assessori che hanno risposto alle domande poste puntualmente. Mi ha particolarmente colpito (ed infatti ho risposto duramente) l’intervento del Sindaco che, invece di rispondere nel merito delle domande, ha attaccato i Consiglieri di minoranza, colpevoli di: “essersi sottratti all’evidenza”, “avere un atteggiamento pregiudiziale” “avere una volontà di contrapposizione”.

Ho risposto al Sindaco ricordando che l’iniziativa amministrativa spetta alla Giunta, che dovrebbe\potrebbe coinvolgere il Consiglio Comunale; ma così non è, ed ai Consiglieri arrivano solo provedimenti già decisi ed intoccabili. Quindi è inutile che continui ad attaccare i consiglieri di minoranza perchè controllano e fanno domande, perchè quello è il loro ruolo, quello che possono fare. Puzza di ipocrisisa l’acccusa di non essere collaborativi quando la Giunta esclude il Consiglio Comunale da qualsiasi decisione.

Memorabile l’intervento di R.Pulitanò (PDL) in difesa del Sindaco: “Di cosa vi lamentate, abbiamo presentato un rendiconto che rispetta tutti i parametri di legge!”. (almeno quello…) Bella la risposta di P.Magnino: “e meno male che avete rispettato i parametri di legge, se no non eravamo qua, eravamo in Procura!”

Voto contrario. Semplicemente perchè non condividiamo la programmazione polito-economica-amministrativa della Giunta.

3. Variazioni e provvedimenti in materia di trasporto scolastico.

L’appalto per il trasporto scolastico (elementari e medie) è scaduto. Quello vigente era stipulato con la”valligiana viaggi” e prevedeva la fornitura, con mezzi di proprietà del comune (4 bus di cui uno ancora decente e tre da rottamare) del servizio più la manutenzione ordinaria ad un costo per km di 2,10 + iva.
Ora sarà dato in appalto a GRANDA BUS (già gestore TPL su gomma a livello provinciale) per diminuire i costi. Infatti granda bus chiede 2,23 a km MA con mezzi propri. Totale verrà a costare circa 10.000€ in più ma si toglierebbe la spesa “mezzi”. In più granda bus si è impegnata ad acquistare i mezzi del comune (per circa 30-40.000€). Da notare che durante le corse scolastiche GRANDA BUS farà anche da servizio pubblico per i normali utenti.

Quindi la modifica a bilancio serve perchè si spostano i soldi dal capitolo “trasporto scolastico” e dalla “manutenzione mezzi” al capitolo “TPL”.

Altre variazioni:
– più asfalto (100.000€ in manutenzioni straordinaria strade) grazie a maggiori oneri di urbanizzazione non previsti.
– il progetto ABITA emergenza casa ha bisogno di mobili (finanziati da CRC) e bisogna mettere la somma a bilancio
– il Comune ha ricevuto soldi da regione per mettere a posto una strada nei pascoli di proprietà sul Mondolè (107.000€, il resto 40.000€ lo mette il comune)

Voto astenuto, perchè sebbene siamo critici sul piano asfalti (visti i recenti casi si potevano usare quei soldi per le fognature e lo scarico acque), vediamo positivamente la nuova formulazione del trasporto scolastico e l’implementazione del progetto ABITA (abitazioni temporanee per gli sfrattati e i senza lavoro).

4. Programma triennale delle opere pubbliche, modifiche.

Idem come sopra, è infatti un provvedimento correlato al precedente.

la risposta alle interrogazioni nel prossimo post.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *