Nuovi Ordini del Giorno per il prossimo Consiglio Comunale

Oggi il nostro Consigliere Comunale, Federico Costamagna, ha depositato tre Ordini del Giorno da discutere nel prossimo Consiglio Comunale.

Il primo Ordine del Giorno, co-firmato dai Consiglieri di Mondovì in Movimento, riguarda il progetto “Piedibus” e chiede un impegno da parte del Sindaco e della Giunta a collaborare con l’iniziativa, portata avanti da un gruppo di genitori in sintonia con i dirigenti didattici e l’AGI (Associazione Genitori Italiani), di fare partire in via sperimentale in alcune zone della città questo modello di mobilità sostenibile.

Il Comune potrebbe infatti collaborare sul piano logistico , con all’intervento del corpo dei vigili urbani nella fase iniziale di pianificazione dei percorsi e di successivo rodaggio, istruendo i volontari e pianificando – in accordo con le scuole – incontri specifici rivolti alle famiglie potenziali utenti, sul piano Economico, grazie all’acquisto di pettorine catarifrangenti, di insegne per le fermate e simili.

Il secondo Ordine del giorno, co-firmato da tutti i Consiglieri di opposizione, riguarda la richiesta di adesione alla campagna di informazione “Annulla la Delibera” indetta dal Comitato Cuneese acqua bene comune, che chiede formalmente al presidente e ai membri dell’Assemblea dell’A.A.T.O. n. 4, l’organo politico che sovrintende alla gestione del Servizio Idrico Integrato dell’intero territorio provinciale, la soppressione di una delibera (15/2010) che prevede, per il 2017, una gara d’appalto internazionale per il predetto Servizio, contraddicendo illegittimamente l’esito dei referendum del giugno 2011 e la sentenza della Corte Costituzionale n.199.

Il terzo Ordine del Giorno, co-firmato da tutti i Consiglieri di opposizione, riguarda la difesa delle linee ferroviarie locali recentemente soppresse dalla Regione Piemonte guidata da Roberto Cota.Tra le 14 linee ferroviarie “minori” che sono state “rimodulate” (da ferro a gomma) vi sono pure la “Mondovì-Cuneo”, la “Savigliano-Saluzzo-Cuneo”, la “Bra-Ceva”, la “Ceva-Ormea”, la “Alba-Asti” e la “Alba-Alessandria”, linee di rilevante importanza economica, sociale e turistica in un territorio, già gravato dallo stato di disservizio del trasporto pubblico locale ferroviario, e che viene a pagare un notevole prezzo da queste soppressioni e/o ridimensionamenti.

Si chiede quindi al Consiglio Cmunale di esprimere forte contrarietà e chiedere che i territori interessati ai tagli o ai ridimensionamenti vengano consultati e che le esigenze degli stessi vengano tenute in considerazione sospendendo ogni provvedimento in materia;

Mobilità sostenibile, Acqua Pubblica e sovranità popolare, tutti temi che il Movimento 5 stelle Mondovì sosterrà e porterà avanti, insieme ai cittadini!

P.S. Ricordiamo che il prossimo Consiglio Comunale verrà trasmesso in diretta streaming dagli attivisti del MoVimento 5 stelle Mondovì, in attesa di una diretta ufficiale da parte del Comune

MoVimento 5 Stelle Mondovì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *