Interrogazioni M5S: Internet e Spazi Verdi Urbani

Il Movimento 5 Stelle Mondovì, tramite il suo consigliere Federico Costamagna, ha presentato 3 interrogazioni per il prossimo Consiglio Comunale. Al centro della questione sono state poste le tematiche della connettività ad Internet delle frazioni Monregalesi (Pascomonti ndr.),  l’inspiegabile limitazione della connessione Wi-Fi della biblioteca civica di Mondovì e l’adeguamento alla nuova legge del 14 Gennaio 2013 n° 10 sulle norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani.

Difficoltà di accesso alla rete internet per la frazione di Pascomonti: molte case della frazione di Pascomonti sono connesse telefonicamente a una centralina Telecom che non consente la trasmissione dati di tipo ADSL, rendendo quindi impossibile per tali abitazione la possibilità di attivare un contratto Internet tramite “linea fissa”. La frazione inoltre, per la sua  conformazione geografica, risulta essere debolmente raggiunta dalla rete dati cellulare (3G,  HDSPA), non consentendo la possibilità di accesso tramite dispositivi che sfruttano tale tecnologia (“chiavette”, telefoni cellulari).
Nel 2013 una possibilità di accesso alla rete internet risulta essere di grande importanza a livello lavorativo, di studio e sociale.
Chiediamo se l’Amministrazione sia a conoscenza del problema (e se vi siano altre zone del Comune nelle medesime condizioni) e se si stia attivando per cercare di risolvere il problema, in caso contrario cosa potrebbe fare il comune per far si che questi cittadini possano essere messi in condizione di poter accedere al servizio internet.

DOWNLOAD: Interrogazione sulla connettività ad Internet dei cittadini della frazione di Pascomonti.

Limitazione a 2h/giorno del servizio internet WiFi della biblioteca civica di Mondovì: di recente è stato introdotto il servizio di connessione ad internet Wi-Fi (FreePiemonteWiFi) nelle
strade del centro storico, questo sistema ha sostituito il servizio internet Wi-Fi che già era funzionante nella biblioteca civica comunale. Il nuovo servizio ha una limitazione del traffico e della  banda a singola utenza (2 ore), ed essendo però diversi i bisogni delle utenze della biblioteca (in maggioranza studenti che hanno bisogno della connessione internet per tutto il periodo di studio) rispetto agli utenti del servizio FreePiemonteWiFi (turisti e cittadini). Chiediamo se l’Amministrazione sia a conoscenza del problema e se sia possibile ripristinare il precedente servizio all’interno della biblioteca, perfettamente integrabile con il servizio FreePiemonteWiFi all’esterno dell’edificio.

DOWNLOAD: Interrogazione sulla limitazione a 2h/giorno del servizio internet WiFi della biblioteca civica di Mondovì.


Rispetto della nuova legge sulle norme per lo sviluppo degli spazi verdi ubani:
il 16/02/2013 è entrata in vigore la legge 14 Gennaio 2013 n° 10 sulle norme per lo sviluppo degli spazi verdi urbani che parla di 9 (nove) metri quadrati di verde per abitante, riprendendo un decreto ministeriale del 1968 che già imponeva questa proporzione: 18 (diciotto) metri quadrati di spazio pubblico per ogni abitante, dei quali 9 (nove) devono essere riservati al verde e attività creative; che questa nuova legge impone ai comuni inadempienti al decreto del 1968 di provvedere a ricalcolare la proporzione e rimettersi a norma ogni anno entro il 31 Dicembre .
Nella legge inoltre c’è un altro punto importante: per ogni nuovo nato e per ogni bambino adottato il comune deve piantare un albero, che è un richiamo ad una vecchia legge del 1992, ma ora la legge diventa stringente. C’è un legame puntuale, ed anche affettivo, tra ogni nuovo nato e l’albero che il comune deve piantare, e che deve essere rintracciabile in un registro; è stato introdotto anche un bilancio nel catasto degli alberi: ogni comune deve censire quanti alberi c’erano al momento dell’insediamento di una giunta e quanti ne lascia a fine mandato.
Inoltre la Regione Piemonte assegna gratuitamente ai Comuni le piante per il rispetto della suddetta legge. Ricordiamo che il Comune di Mondovì, vista la nostra interrogazione del 03/11/2012, è inadempiente verso questa legge.
Chiediamo quindi come il Comune intende muoversi per ottemperare a questa nuova legge e se sia già stato fatto qualcosa in merito e come.

 DOWNLOAD: Interrogazione sul rispetto della legge sulle norme per lo sviluppo degli spazi verdi ubani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *