Interrogazione sui tagli al Trasporto Pubblico Locale.

Qual’è la situazione del trasporto pubblico locale a Mondovì?

bus_mondovi

Dall’Amministrazione tutto tace, ma:

  • Nel 2012 il Comune di Mondovì ha già subito un taglio al servizio del trasporto pubblico locale del 6%;
  • Altri comuni quali Alba, Bra e Cuneo e quasi tutte le altre provincie piemontesi (non quella di Cuneo però) hanno presentato ricorso al Tar contro i tagli al trasporto pubblico locale decisi dalla Regione Piemonte;

  • la Regione Piemonte ha ottenuto dal governo centrale fondi per il trasporto pubblico locale ma non li ha destinati allo scopo;

Inoltre dal 1 marzo 2013 Mondovì ha subito un taglio di 60.000 km (su 330.000 complessivi – esclusa la Funicolare) per il TPL dalla Regione. E, sebbene il servizio erogato ai cittadini non ha, fino ad oggi, subito alcuna modifica (essendosi assunto il consorzio GRANDA BUS l’onere per i primi due mesi dell’anno) dal 1° di marzo il maggior costo è totalmente a carico del Comune di Mondovì, che non ha palesato le sue intenzioni in merito. Tra le ipotesi, l’ Amministrazione Comunale, in ottica di “ottimizzazione” del Servizio, sembrerebbe intenzionata ad eliminare la linea CARASSONE – SANT’ANNA prolungando per Carassone la linea di Breo e facendo passare per Sant’Anna i bus extraurbani.

 Abbiamo quindi co-firmato un’Interrogazione presentata dai Consiglieri Paolo Magnino, Giovanni Gambera e Stefano Tarolli (Mondovì in Movimento), insieme a Luca Borsarelli (Scelta Civica) e Mario Bovetti. Le domande poste all’Amministrazione sono:

  • quali effettivi tagli subirà il servizio di trasporto pubblico locale a Mondovì;

  • quali linee e quali servizi sino da considerare necessari,indispensabili ed insopprimibili nel caso- nefasto- in cui si rilevassero fondate e confermate le dichiarazioni del Presidente della Regione Piemonte Roberto Cota;

  • quando e come l’Amministrazione Comunale intenda informare compiutamente delle decisioni assunte la cittadinanza e quale decorrenza avranno;

  • quali iniziative – anche politiche – l’Amministrazione intenda assumere per evitare la perdita potenziale di posti di lavoro del personale addetto al trasporto pubblico locale ed il ridimensionamento del servizio di trasporto pubblico locale che ha assunto, nel tempo, le caratteristiche di un servizio sociale riservato soprattutto alle fasce più deboli della popolazione.

DOWNLOAD INTERROGAZIONE SU TPL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *