IL NOSTRO SI’ PER UNA PISCINA LUDICA

Piscina all’aperto…un miraggio…un sogno…

E’ presente praticamente in tutti i  programmi elettorali dei candidati alla carica di sindaco di Mondovì.

Ovviamente c’era già anche nel programma Viglione 2012, ma N.P. – non pervenuta – come tante altre opere di cui era zeppo il programma della coalizione di CDX.

Ma c’è piscina e piscina: c’è chi ora parla più genericamente di una piscina all’aperto e chi invece la vorrebbe addirittura costruire da 50 m. “che rappresenti un’ulteriore offerta per i mesi estivi e garantisca l’abbattimento dei costi gestionali della piscina coperta”.

 

 

 

 

Ma su che basi si fanno determinate scelte, come si possono mettere in un programma elettorale determinati progetti? Come fa, soprattutto, chi l’ha proposta 5 anni fa, riproporla nuovamente…? Se non l’han fatta fino ad ora, che siano essi #icambianti o #icontinuanti, perché dovrebbero, perché vorrebbero, riuscire a farla adesso? Sarà che “in un programma promettono di tutto e di più per NON realizzarlo e poterlo così promettere nuovamente nella tornata elettorale successiva”…? (cit. anonimo)

Questa è da strizzacervelli…lo sappiamo…ma  abbiamo l’impressione che a Mondovì potrebbe rasentare la verità.

Detto ciò…nel nostro piccolo, ci siamo documentati circa la situazione attuale, abbiamo parlato col gestore, con istruttori, con nuotatori, verificato i dati di altre realtà vicine alla nostra, ecc… ed abbiamo abbozzato la nostra proposta che è nel titolo: noi del MoVimento 5 Stelle Mondovì siamo per una piscina ludica, di dimensioni “modeste”, dotata di solarium, scivoli ed altre attività ricreative collaterali. Questo è quanto avevamo affermato in passato e ribadito in un recente incontro circa Sport e Giovani tenutosi a fine marzo in Sala Conferenze.

Al link la presentazione proiettata durante la serata in questione.

E per chi volesse  nuotare in una piscina da 50 m., c’è quella di Cuneo che se fosse servita da un TPL decente, non sarebbe così lontana.

Premessa: il gestore attuale è  allineato sulle nostre posizioni. Vedere cosa dice proprio oggi a tal proposito in un articolo circa il recente bando di gestione.

Perché il gestore sarebbe “contro” una piscina da 50 m. all’aperto?

Partiamo dal presupposto che il gestore attuale “vive di piscine”, è un imprenditore e ci mette molto “di suo” nelle gestioni in cui è attivo. Quindi, guarda attentamente ai ricavi Vs. costi; pertanto non la farebbe mai per la prossimità di Mondovì alle montagne, con meteo che anche in estate muta repentina. Mettendoci “del suo” è difficile dargli torto, soprattutto quando una stagione estiva, buona, dura al massimo 3 mesi (dai primi di giugno a fine agosto). Ora, il fatto che propenda per una piscina ludica, fa pensare che sia accondisceso ad una soluzione di compromesso tra le necessità dell’utenza e la desiderata di taluni candidati.

Fatta la doverosa premessa val la pena ricordare che a Mondovì, nella struttura attuale, in un anno gli “ingressi singoli” ** sono poco meno di 45.000. Dire che la piscina attualmente sia congestionata è un’espressione forte. Diciamo che in settimana in alcune ore – quelle pomeridiane – è abbastanza frequentata, ma soprattutto una piscina all’aperto da 50 m, che può funzionare solo d’estate quanto risolverebbe tale “problema”quando i corsi, quelli che occupano tante ore corsia, per buona parte si svolgono in concomitanza con l’annata scolastica?

Abbiamo poi due esempi vicini che ci hanno aiutato nelle nostre riflessioni.

Cuneo: di recente, a fronte di un investimento di una decina di milioni, è stata costruita una nuova piscina al coperto. Allo stato attuale, quindi, a Cuneo ci sono due piscine da 50 m., una all’aperto (aperta per tre mesi l’anno) ed una al chiuso. Costi di gestione per poco più di  1,1 milioni di euro all’anno e poco meno di 200.000 “ingressi singoli”. Dati alla mano, ogni ingresso costa quasi 6 euro.

Fossano: negli anni scorsi è stata costruita una piscina ludica, dimensioni 20×16 m., dal costo di 850.000 euro. L’apertura estiva di tale piscina, dotata di scivoli e solarium, genera introiti extra per il gestore di circa 60.000 euro anno, al lordo delle tasse.

Snocciolati questi numeri la nostra sintesi è che se si costruisse una piscina all’aperto da 50 m., quindi venendoci a trovare in una situazione quasi simile a quella di Cuneo – in realtà a Mondovì mancherebbero 25 m. al chiuso per 12 mesi –  si dovrebbero “reperire” solo, circa, 100.000 “ingressi singoli” all’anno per avere circa gli stessi numeri di Cuneo. Un incremento di “ingressi singoli” di circa il 200%.  Chi pensa che ciò possa essere possibile e che quindi un’ulteriore piscina da 50 m. sia economicamente sostenibile  è da assimilare a chi ha disegnato un PRGC per Mondovì da 30.000 abitanti.

Ed una piscina da 50 m. all’aperto quanto costerebbe costruirla? 3-4 milioni? Tempi di ammortamento? Lasciamo la risposta a chi l’ha ipotizzata.

Una piscina ludica, tipo quella di Fossano, con circa un milione di euro si dovrebbe poter realizzare e con ricavi simili a quelli di Fossano in una ventina d’anni si dovrebbe poter rientrare della spesa sostenuta e, soprattutto, si vedrebbe accontentata quella fetta di utenza che altrimenti andrebbe altrove a cercare un posto per rilassarsi, prender la tintarella, rinfrescarsi, fare qualche discesa da uno scivolo e tante altre attività ancora.

Con i fondi “risparmiati” nella NON costruzione di una piscina all’aperto da 50 m. si potrebbero apportare tutte quelle migliorie alla struttura coperta esistente,  punto sul quale la quasi totalità dei candidati alla carica di sindaco di Mondovì convergono, e che potrebbero prevedere una pesante riqualificazione energetica e tutte quelle migliorie, in accordo col prossimo gestore, mirate a dare un miglior servizio agli utenti abituali e ricavi extra per una miglior sostenibilità economica del polo natatorio del Ferrone.

In questi due ultimi capoversi quanto faremo noi del MoVimento 5 Stelle una volta eletti per quanto riguarda le piscine ed il nuoto a Mondovì.

MoVimento 5 Stelle Mondovì

** “ingresso singolo”: per i corsisti si calcolano i numeri di ingressi acquistati e non di abbonamenti. Esempio: un abbonamento master = 120 ingressi singoli.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *