Il Comune di Mondovì ed il censimento degli immobili

L’ assessore all’urbanistica del Comune di Mondovì, Avv. Emanuele Rossi, in merito alla proposta delle opposizioni di redigere un censimento degli immobili sul territorio comunale di Mondovì, ha dichiarato “…Il censimento appare superfluo oltre che impossibile da attuare per mancanza di poteri inquisitori tesi a sapere come privati cittadini utilizzino i propri beni. D’altronde, come noto, ogni piano regolatore si fonda su una capacità edificatoria calcolata sugli edifici esistenti, dato già oggi ricavabile dal vigente Prgc e che sarà aggiornato in sede di revisione”.

Il MoVimento Cinque Stelle Mondovì contesta tali considerazioni in quanto il censimento non è un atto superfluo poiché le informazioni ricavate potranno essere di grande utilità a chi volesse, e dovrebbe, mettere mano al PRGC nel 2014. Riteniamo che conoscere con precisione gli immobili utillizati, e non, sul nostro territorio sia uno strumento operativo più efficace della sola “capacità edificatoria calcolata sugli edifici esistenti”.

Al giorno d’oggi non possiamo più permetterci un consumo di suolo ingiustificato, si deve privilegiare il concetto di suolo come “Bene Comune”, per cui dobbiamo volgere le nostre forze a recuperare e valorizzare tutto ciò che è inutilizzato o in stato di abbandono e costruire solo dove è veramente necessario.

A volte, in passato, Mondovì è stata paragonata a Firenze…: nel capoluogo toscano tale concetto è già stato mutuato da qualche anno e se prima Cassinetta di Lugagnano (primo Comune italiano ad aver stoppato il consumo di territorio) era un esempio quasi “folkotristico” in quanto è un piccolo paesino di 2.000 anime dell’hinterland milanese, non si può prendere poco seriamente quanto fatto dall’amministrazione fiorentina che sicuramente per arrivare ad un Piano Strutturale a “Volumi Zero” qualche valutazione sul patrimonio immobiliare cittadino, pubblico e privato, deve averla fatta.

Altresì segnaliamo che un censimento non è impossibile da realizzarsi e la riprova è che alcuni Comuni hanno già risposto positivamente alle richieste del “Forum italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio”: hanno compilato la scheda tecnica redatta dal “Forum” che ricordiamo è la stessa che è stato allegato all’Ordine del Giorno presentato dalle opposizioni. Per facilitarne la compilazione suggeriamo all’Assessore Rossi di reperire presso l’ISTAT alcuni dati aggregati del censimento 2011, comunicando la richiesta al “Dipartimento per i censimenti e gli archivi amministrativi e statistici”. Inoltre, alcuni dati ricavabili da Catasto, TARSU, Anagrafe ed utanze varie, incrociandoli tra loro, aiuterebbero l’Assessore, e non poco, nel rispondere al questionario.

Comunque, per qualsiasi chiarimento in merito alla compilazione, l’Assessore potrà fare riferimento al Forum di cui sopra. Sono a sua piena disposizione nell’aiutarlo.

La cosa che più ci lascia perplessi come MoVimento 5 Stelle Mondovì e Piemonte è che non più tardi di un anno fa avevamo formulato tre semplici quesiti all’Assessore Rossi, molto meno che un “corposo” questioniario; quesiti sempre atti a capire “com’è” Mondovì oggigiorno. Le risposte allora erano state per lo meno evasive, per non dire  nulle, ma l’Assessore, chiedendo un incontro de visus, aveva concluso nel suo scritto con un politichese “Nell’occasione chiederò cortesi lumi sul contenuto dello ‘studio statistico’ che, in quanto tale, immagino riguardi diverse Città della Regione o quanto meno della Provincia di Cuneo”. Nella stessa missiva, aveva anche menzionato “sarò lieto di fornire le informazioni di cui il Dipartimento dispone”.

Ora che l’Assessore ha appurato che l’iniziativa che stava dietro alle nostre richieste dell’anno scorso è addirittura di portata Nazionale, fornirà al “Forum italiano dei Movimenti per la Terra e il Paesaggio”, alle opposizioni ed alla cittadinanza tutta, “le informazioni di cui il Dipartimento dispone”?

Noi invitiamo il nostro dipendente, l’Assessore Rossi, di mettersi di buzzo buono ed oltre ai tre numeri chiestigli l’anno scorso dal MoVimento 5 Stelle Mondovì e Piemonte, di fare uno sforzo e rispondere al questionario.

Altri Comuni l’han già fatto.

MoVimento 5 Stelle Mondovì

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *