Mondovì ha (di nuovo) un Ministro! Viva il governo Renzi!

costa-enrico-11Grazie al manuale Cencelli 2.0 il monregalese Enrico Costa entra nel governo Renzi come Ministro per gli Affari Regionali. Cambiano i governi e cambiano le generazioni ma non cambia la politica che, invece delle competenze, preferisce i calcoli politici. Inoltre aspettiamo i nostri amministratori locali, che ora plaudono alla sua nomina, al prossimo consiglio comunale in cui tuoneranno contro il governo cattivo che bistratta gli enti locali, in cui però ora c’è un bravo Minstro agli Affari Regionali.

Federico Costamagna

per MoVimento 5 stelle Mondovì

 

Un commento del nostro attivista Giuliano Bessone ripreso da Fabiana Dadone:

A quanto sembra, nel grande gioco del rimpasto di governo dello “statista” di Rignano sull’Arno (o a leggere sui giornali più facilmente spiegabile come un “do ut des”), rientra anche un noto esponente politico di Mondovì .

In sintesi il rimpasto consta in questo:
io do un pezzo di Giustizia ed una manciata di voti a te e tu in cambio mi dai una cartina politica delle Regioni Italiane, un ufficio più grande (anche se un po’ più defilato ma chissenefrega…), una poltrona più comoda ed una targhetta più ganza sulla porta .

Il tutto ovviamente avviene con scrupolo, seguendo meticolosamente l’ultimissima edizione del “manuale Cencelli”.

Questo è il metodo che viene utilizzato da sempre; passano i decenni, cambiano i governi da destra a sinistra, cambiano i personaggi che ci dicono essere liberisti/progressisti/conservatori (val bene tutto basta accontentare la maggioranza di chi ti ascolta in quel momento ) ma le modalità di spartizione delle poltrone sono le medesime, immutabili nel tempo .

E saranno sempre le stesse persone che tra un po’ , tramite la loro macchina organizzativa, che vi verranno in casa bussandovi alla porta e riempiendovi la buca delle lettere con volantini plastificati di facce sorridenti e nel quale vi elencheranno tutti i loro curriculum politici.

Personalmente a queste persone, preferisco un altro esponente politico di Mondovì, una che ha applicato il principio del “do” (e tanto) ma che non gli è passato minimamente nella testa di chiedere l’ “ut des ”.

Giuliano Bessone

 

Resoconto Consiglio Comunale di Mondovì del 25 gennaio 2016

1.PRELIEVI DAL FONDO DI RISERVA. COMUNICAZIONE

2. ART.172 D.LGS. 18/08/2000 N. 267-VERIFICA QUALITA’ E QUANTITA DELLE AREE FABBRICABILI – APPROVAZIONE- PROVVEDIMENTI

Assessore Rossi: ricognizione qualità e quantità delle aree fabbricabili, la situazione resta invariata. Per quanto riguarda il piano di edilizia economica popolare le carenze del fondo regionale non permettono l’avvio dell’attività. Per quanto concerne il PIP non sono arrivate richieste di nuovi insediamenti.

Magnino (Mondovì in Movimento): ribadisce che le richieste arrivano solo se il Comune rende “appetibili” quelle zone, ad esempio con forti sconti ai possibili imprenditori. Chiede delucidazioni agli assessori Schellino Rossi e Barello poiché la zona industriale di Mondovì è “in disfacimento” ha bisogno di forti interventi di manutenzione e infrastrutture tecnologiche.

Ass. Rossi: le ristrettezze di bilancio non consentono alcuna nuova spesa, i lotti disponibili sono pochi (30.000 metri quadri) e se si confermasse una recentissima richiesta di insediamento, l’area sarebbe saturata.

Ass. Barello: compiuto sopralluogo con i tecnici e progettato opere di manutenzione

Magnino: insoddisfatto delle risposte.

Delibera approvata a maggioranza

3. BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 – APPROVAZIONE – PROVVEDIMENTI

Premessa: sono stati numerosi gli interventi, di seguito sono riportati i più significativi che hanno apportano un contributo fattivo alla discussione.

Ass. Schellino: bilancio di previsione finanziario 2016-2018 per competenza, bilancio 2016 per cassa. Si tratta di un documento contabile i cui programmi erano già chiari all’interno del DUP, nella seconda parte valutativa. Tiene conto di 2 leggi: la 218 del 2011 (norme testo unico enti locali e la 243 del 2012 che basa il bilancio locale sulle programmazioni nazionali e regionali. La legge di stabilità 2016 non aumenta le risorse e blocca tutte le aliquote e le tariffe. In sostanza dal 2013 il Comune di Mondovì ha ricevuto dallo stato oltre 3 milioni di € in meno. Il risanamento dei conti pubblici elimina il “patto si stabilità” ma esige gli equilibri di bilancio e limita fortemente il ricorso all’indebitamento. Rinviato al 2018 il collegamento Breo-Altipiano tramite ascensore. Nella previsione del pareggio di bilancio si è scelto di tutelare le fasce più deboli, contenere i costi e contrastare l’evasione dei tributi. Il bilancio è di quasi 18 milioni.

Tarolli (Mondovì in movimento): fa notare che i consiglieri possono esprimere un voto solo su macro categorie (tipologie e programmi del bilancio) ma in sostanza il Consiglio Comunale perde sempre più potere di controllo sulle variazioni di bilancio. A suo avviso era meglio aspettare l’approvazione definitiva della legge di stabilità. Il federalismo fiscale si è sgretolato davanti ad un centralismo “di rapina”. Manca il collante fra il Comune e i suoi rappresentanti a livello regionale e nazionale. Si tratta di un bilancio di mantenimento e riporta in evidenza la questione dell’ascensore Breo e Altipiano cantierato nell’ aprile 2012: ora sappiamo che non si farà. Numerosi gli interventi strutturali sui centri storici, cosa si progetta per il rione Altipiano e in particolare l’opera della scaricatore sulla Carassona? Gli investimenti sono concentrati sul Polo Culturale, Movicentro, sistema fognario al Merlo e arredo del Polo Scolastico. Si tratta di un bilancio dove Mondovì brilla per virtuosismo tecnico-contabile ma mette a nudo le difficoltà di programmazione.

Pulitanò (Il popolo della Granda): il progetto collegamento Breo-Altipiano è vecchio, (risale alla amministrazione Rabbia), l’opera non è stata cancellata bensì inserita nel DUP e traslata nel 2018. A suo avviso restano indispensabili altre opere: la tangenziale il completamento della tratta Cuneo-Asti,   il raddoppio del tunnel di Tenda e la statale 28 Ceva Ormea.

Costamagna (MoVimento 5 stelle Monvovì): sottolinea che una buona raccolta differenziata fa risparmiare ai cittadini monregalesi fra i 400 e 450 mila €. Chiede delucidazioni sui fondi europei per il 2016-17-18 per sapere a cosa si riferiscono. Il Comune di Mondovì deve rendersi più attivo su questo soggetto.

Merlatti (Mondovì solidale): perdura il grave blocco nelle assunzioni del personale, il Comune deve intervenire sullo stato centrale. A suo avviso i 15 mila € stanziati per le fasce più povere, devono essere incrementati.

Gola (UDC): condivide il bilancio, si rammarica per il mancato avvio di realizzazione del polo sportivo del Beila

Magnino: riporta articolo del Sole 24H del 24 gennaio in cui il Presidente del consiglio dichiara che 20 miliardi di € sono stornati a beneficio degli enti locali, si tratta quindi di attuare scelte politiche di priorità, Mondovì perde abitanti, questo è un dato oggettivo e preoccupante. Si tratta di un bilancio di completamento e chiede quando verrà realizzato l’ascensore in Piazza d’armi, ribadisce inoltre che una economia di scala si poteva attuare ben prima che ci fosse richiesta dal governo centrale .

Ass. Schellino: non è vero che la giunta decide da sola le variazioni di bilancio. Il bilancio era già impostato nel DUP e fra le sette sorelle, solo Mondovì non lo ha approvato entro il 31 dicembre 2015. A suo avviso le deroghe servono unicamente a perdere tempo. Interessante la puntualizzazione rivolta a Magnino: oggi 25 gennaio sul Sole 24H vengono ribaditi concetti opposti alle affermazioni del Presidente del consiglio, riportate da Magnino. L’asessore mette fortemente in dubbio l’onestà intellettuale della testata giornalistica, come per le atre testate, fortemente compromesse da finanziamenti pubblici.

Presidente Ignazio Aimo: in netto disaccordo sulla qualità del giornale in questione.

Ass. Schellino: ribadisce che i nuovi saldi finanziari sono imposti da nuove norme. Destinazione fondi europei: anno 2016 – 379 mila € per il Polo Culturale 2018 -800 mila € bastioni di Piazza e parcheggio San Giorgio.

 Ass. Barello: scaricatore sulla Carassona opera riprogrammata nel 2016. Nei 406 mila € di spesa prevista per la manutenzione straordinaria rientra via Beccaria.

Baduero (Mondovì attiva): chiede si dia avvio alla costruzione del marciapiede di Sant’Anna

Altriinterventi dei Consiglieri Bovetti, Priale, Giuseppe Aimo e Monetto.

Bilancio approvata a maggioranza e l’immediata esecutività

4. CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE :ADESIONE ALLA RICHIESTA DI PROROGA DEL COMUNE DI NIELLA TANARO – APPROVAZIONE – PROVVEDIMENTI

Approvato all’unanimità e immediata esecutività

5. DELEGA PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NELL’ATEM “CUNEO 2 – CITTÀ DI CUNEO E SUD”. APPROVAZIONE. PROVVEDIMENTI

Ass. Barello: spiega nei dettagli l’argomento

Magnino: si tratta di una delibera blindata su cui non si può discutere, chiede piuttosto come ha intenzione di attivarsi Mondovì in merito alla trattativa che sarà condotta da Cuneo comune capofila e comune appaltante

Ass. Barello: le zone di Mondovì interessate all’allacciamento al servizio erogazione gas metano sono: Beila, Christ, via Tanaro, Via Borgo Crociera e Gratteria. All’interno della zona d’ambito Mondovì fa parte del sotto-ambito 6 denominato pianura che dovrà eleggere un comune capofila con diritto di partecipare ai gruppi di lavoro, verrà erogata una somma di denaro a Cuneo, ciò che avanza verrà redistribuito tra i Comuni di ambito. E’ previsto un contributo di 50 € per seduta, calcolate 10 sedute l’anno, la somma ottenuta sono 500 €-

Approvato all’unanimità e immediata esecutività

Convocato il Consiglio comunale del 25 gennaio 2016

Il Consiglio Comunale in sessione ordinaria, seduta pubblica di prima convocazione, è convocato per il giorno 25 gennaio 2016 alle ore 16,00, nella sala consiliare, posta al 1° piano del Palazzo Comunale, per la trattazione dei seguenti argomenti:

  1. PRELIEVI DAL FONDO DI RISERVA. COMUNICAZIONE
  2. ART.172 D.LGS. 18/08/2000 N. 267-VERIFICA QUALITA’ E QUANTITA DELLE AREE FABBRICABILI – APPROVAZIONE- PROVVEDIMENTI
  3. BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO 2016-2018 – APPROVAZIONE – PROVVEDIMENTI
  4. CONVENZIONE PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO DI POLIZIA LOCALE :ADESIONE ALLA RICHIESTA DI PROROGA DEL COMUNE DI NIELLA TANARO – APPROVAZIONE – PROVVEDIMENTI-
  5. SERVIZIO DISTRIBUZIONE DEL GAS METANO SUL TERRITORIO COMUNALE. DELEGA PER LO SVOLGIMENTO DELLA PROCEDURA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI DISTRIBUZIONE DEL GAS NATURALE NELL’ATEM “CUNEO 2 – CITTÀ DI CUNEO E SUD”. APPROVAZIONE. PROVVEDIMENTI.

 

Vi ricordiamo che, oltre a poter assistere direttamente il Consiglio Comunale in Comune, si potrà vedere la diretta streaming sul sito del Comune e sul nostro sito.