Mondovì: “Casa dell’acqua” – il M5S interroga l’amministrazione comunale

I distributori dell’acqua sono un ottimo servizio per i cittadini, permettono un risparmio nell’acquisto dell’acqua e contribuiscono sensibilmente ad una riduzione di rifiuti plastici. A Mondovì è presente una sola casa dell’acqua – in Parco Europa – gestita dal 2011 dalla ditta Alpiclima, che in alcune ore del giorno è affollata di cittadini in coda.

Per questo motivo il Movimento 5 stelle Mondovì, tramite il suo portavoce in Consiglio Federico Costamagna, ha interrogato il sindaco per sapere se sia sua intenzione aumentare – come in altri comuni di grandezza simile a Mondovì – il numero di distributori presenti sul territorio e di utilizzare per il loro affidamento un bando di gara, in modo da poter aggiungere ai vantaggi sopra indicati un risparmio economico per i cittadini e per il Comune stesso.

La risposta è attesa nel prossimo Consiglio Comunale.

MoVimento 5 stelle Mondovì

DOWNLOAD Interrogazione casa acqua Parco Europa

A Mondovì la raccolta differenziata sotto il 65%…altro che Comune “Virtuoso”!

E’ con un incerto imbarazzo, per l’Amministrazione Comunale di Mondovì, che apprendiamo del calo della raccolta differenziata sul territorio Comunale.
Sappiamo benissimo che i primi attori della raccolta differenziata sono i cittadini a cui è demandato buona parte del compito di eseguirla e possibilmente nel migliore dei modi possibili. Ma il ruolo di un Comune, di una Giunta che dovrebbe essere la guida di una collettività, quale dovrebbe essere in questo caso?

Soprattutto quello di un’Amministrazione che, miope e supponente, non più tardi di un anno e mezzo fa, sollecitata dalle opposizioni – MoVimento 5 Stelle incluso – con un Ordine del Giorno che la invitava ad aderire all’Associazione dei Comuni Virtuosi, rispondeva che Mondovì è già virtuosa, di suo, senza aderire a detta associazione.

Cos’altro si può aggiungere ancora?!?

Nell’attesa di avere un’Amministrazione a 5 Stelle che farà di Mondovì un Comune veramente virtuoso – non solo a parole buttate in aula consigliare per rispondere in maniera superficiale alle opposizioni – il nostro Consigliere Comunale, Federico Costamagna, ha presentato puntuale interrogazione circa il come l’Amministrazione Comunale pensa di correre ai ripari per la questione rifiuti.

Senza dimenticare, anche, che se Mondovì era già uno dei Comuni con la TARI più alta (settembre 2014) il peggioramento del risultato potrebbe portare all’innalzamento dei tributi da pagare per la gestione dei rifiuti.

MoVimento 5 Stelle Mondovì

DOWNLOAD INTERROGAZIONE CALO DIFFERENZIATA

Mondovì: incuria e abbandono della stazione ferroviaria , M5S interpella RFI

MONDOVI’ MERITA UNA STAZIONE EFFICIENTE ED IN ORDINE, DOVE AD ESEMPIO NON PIOVA SULLA TESTA DEI PENDOLARI CHE ATTRAVERSANO IL SOTTOPASSAGGIO! DOPO VARI INTERVENTI IN COMUNE, IL M5S MONDOVI’ SI E’ RIVOLTO DIRETTAMENTE A RFI.

Da ormai un paio d’anni la stazione FS di Mondovì soffre di problemi strutturali e di mancanza di manutenzione. In particolare il sottopassaggio della stessa presenta importanti infiltrazioni d’acqua che continuano, nonostante il recente (e aggiungeremmo noi “leggero”) intervento. Sempre nel sottopassaggio si trovano due grossi vani scavati ormai tempo addietro in cui non sono mai stati collocati gli ascensori. Qual è il senso di un intervento del genere? Non era meglio sistemare le infiltrazioni d’acqua e fare i lavori propedeutici all’inserimento degli ascensori solo se poi effettivamente si sarebbero installati gli stessi? Domande che penso si pongano tanti pendolari e cittadini.

Sembra che la stazione, importante infrastruttura cittadina, sia stata “dimenticata” da RFI e dalle istituzioni, tenuta in vita solo da associazioni come MondoQUI, a cui va il nostro plauso e ringraziamento, che sono riuscite anche a sopperire in parte alla mancanza di manutenzione.

Come M5S Mondovì ce ne siamo già occupati e, dopo interrogazioni in Comune e raccomandazioni al Sindaco, abbiamo deciso di rivolgerci direttamente a RFI, responsabile di assicurare la piena fruibilità ed il costante mantenimento di efficienza delle infrastrutture ferroviarie e garantire, in base al ruolo di Station Manager, l’accessibilità delle Stazioni a tutti i cittadini attraverso l’eliminazione delle barriere architettoniche. In data odierna abbiamo inviato una comunicazione a RFI, direzione regionale del Piemonte, con richiesta urgente in cui si chiede di eliminare le situazioni di degrado precedentemente descritte e di completare le opere incompiute. Abbiamo inoltre chiesto un incontro urgente con un dirigente RFI per esplicare a voce tali problematiche.

Non appena avremo risposta, che ci auguriamo essere celere, informeremo i cittadini con ulteriore comunicato stampa.

Deputata Fabiana DADONE

Consigliere comunale Federico COSTAMAGNA