CHIUSURA CAMPAGNA ELETTORALE

A corollario della grande manifestazione che si terrà a Roma venerdì 23 maggio che vedrà Beppe Grillo sul palco di Piazza San Giovanni accompagnato dai candidati alle Elezioni Europee, vari sono i ritrovi in Granda organizzati dai gruppi locali del MoVimento 5 Stelle, soprattutto quelli chiamati al voto per le Elezioni Comunali.

Ad Alba, il gruppo locale con il candidato sindaco Ivano Martinetti organizza dalle ore 18,00 una festa in Piazza Pertinice (altrimenti detta Piazza San Giovanni) denominata “da Piazza San Giovanni a Piazza San Giovanni” durante la quale sarà trasmessa la diretta streaming del comizio di Roma.

A Bra, gli attivisti locali con il candidato sindaco Claudio Allasia, saranno tutto il giorno al gazebo del MoVimento 5 Stelle di via Cavour. Si sta altresì organizzando la visione del comizio romano. Per maggiori informazioni circa la serata contattare: cell. 3475163019.

A Busca, il candidato sindaco Gianpiero Bianchi, alle ore 21,00 incontrerà presso il Teatro Comunale gli altri candidati sindaco ed alcuni giornalisti.

A Ceresole d’Alba, il gruppo pentastellato con la candidata sindaco Cristiana Fontana chiude la propria prima esperienza elettorale in Piazza Vittorio Emanuele. Il ritrovo è fissato alle ore 19,00; suonerà la band Sonicshine dell’attivista storico di Racconigi, Niko Bissardella e sarà trasmessa la diretta streaming del comizio romano.

A Fossano, la candidata sindaco Ilaria Riccardi ed il gruppo M5S locale, si riunirà con attivisti e simpatizzanti, in Piazza Battuti Rossi dalle ore 21,00 per seguire assieme la diretta streaming dell’evento romano.

A Savigliano, il M5S locale del candidato sindaco Antonello Portera, aspetta attivisti, simpatizzanti e concittadini tutti, in Piazza Cesare Battisti. Il ritrovo è fissato anche in questo alle ore 18,00.

Durante i vari incontri sopra menzionati sarà possibile incontrare anche i vari candidati alla carica di consigliere comunale, i candidati alle Regionali per la provincia di Cuneo (Sandra Armando, Giuliano Bessone, Mauro Campo, Fabrizio Ghirardi e Nadia Palladino) e l’unico candidato del M5S per la provincia di Cuneo alle Europee, Massimo Scabbia.

MoVimento 5 Stelle del Cuneese

MASSIMO SCABBIA ARCHIVIATO, ALTRO CHE NON CANDIDABILE!‏

SAMSUNG CSC

Alcune voci circolate in questi giorni circa l’incandidabilità – secondo le regole del MoVimento 5 Stelle – di Massimo Scabbia alle imminenti Elezioni Europee ci portano a puntualizzare quanto segue.

I candidati del M5S devono essere incensurati ed a supporto di tale status devono produrre il Casellario Giudiziario ed i Carichi Pendenti.

Nel 2012 il nostro attivista, ed ora candidato alle Elezioni Europee, era stato querelato dal Segretario del PD di Mondovì per diffamazione ed ingiuria. La querela era dovuta ad una lettera di diffida mandata dal M5S Mondovì al PD e firmata appunto da Scabbia. Tale lettera era scaturita come risposta ad una missiva che il PD aveva mandato ai propri simpatizzanti e tesserati con la quale li esortava a donare fondi a “Mondovì In Movimento” (il contenitore del centro-sinistra che aveva partecipato alle Elezioni Comunali di Mondovì nel 2012) facendoli però transitare attraverso il PD in modo da avvantaggiare i donatori, che avrebbero così potuto usufruire delle detrazioni di legge previste per le elargizioni ai partiti politici (cosa che non sarebbe stata possibile se avessero donato fondi direttamente a “Mondovì in Movimento“, che appunto non è un partito!).

Con la suddetta lettera a firma di Massimo Scabbia, si diffidava il PD monregalese perché cessasse immediatamente la descritta modalità indiretta di raccolta fondi e si argomentavano le motivazioni della diffida stessa.

Sebbene il PM Riccardo Baudinelli nel marzo 2013 avesse già richiesto l’archiviazione, il Segretario del PD di Mondovì aveva deciso di opporsi a tale richiesta. Il GIP Alberto Boetti del Tribunale di Cuneo nel febbraio scorso ha accolto la richiesta di archiviazione utilizzando le seguenti testuali parole:

“Rilevato che:

1) l’art. 595 c.p reprime il consapevole attacco alla reputazione altrui;
2) nella lettera redatta dall’indagato è del tutto assente tale elemento soggettivo;
3) infatti, la stessa esprime, in modo acceso ma pur sempre civile, il notevole sconcerto suscitato da un metodo di finanziamento molto scorretto in un settore di evidente interesse pubblico;
4) anche il riferimento all’evasione fiscale non deve essere visto come un gratuito tentativo di screditamento bensì come un giudizio severo su una pratica che ha indubbi riflessi per il fisco;
5) la comunicazione pare rientrare nel legittimo esercizio del diritt odi critica;

PQM

accoglie la raccolta di archiviazione e restituisce gli atti al PM”. 

Le parole del GIP non hanno bisogno di alcun commento.

E soprattutto per il M5S la fedina penale pulita è una cosa seria ed è un valore di etica politica, a differenza di altri partiti!

MoVimento 5 Stelle Mondovì

 

Archiviazione 28.02.2014 (1)

Carichi pendentiCasellario giudiziario

Immigrazione

Il settimanale di Mondovì “L’Unione Monregalese” sull’onda dell’arrivo di ben 27 migranti nella nostra città mi ha posto la seguente domanda:

“Mondovì si è recentemente trovata a discutere delle tematiche migratorie dopo l’arrivo di 27 profughi in città. Il tema, si dice spesso, non può essere solo “italiano”: le normative sono europee, il fenomeno è internazionale. E la responsabilità? Secondo lei, candidato al Parlamento Europeo, quale deve essere il ruolo dell’UE su questofronte?”.

La risposta, pubblicata solo parzialmente quest’oggi, nella sua versione integrale era stata:

Premetto che il mio punto di vista è “falsato” da anni di viaggi in paesi dove chi ha un lavoro da un dollaro al giorno o poco più è da considerarsi fortunato: penso a Indonesia, Bangladesh, India, Etiopia, Pakistan, Nigeria, Vietnam, ecc… Quindi lungi da me parlare alla pancia della gente nel tentativo disperato di racimolare due voti: parlare di reintrodurre il reato di clandestinità certifica solo la scarsa conoscenza dei disastri al “sistema Italia” causati dalla Bossi-Fini e scarsa conoscenza di cosa ci succede attorno.

Un clandestino da poter “ricattare” fa comodo a tanti, più di quanto non si creda. Rivendicare l’associazione tra immigranti e pensionati o italiani disagiati in genere è il più bieco e vergognoso populismo che si possa regalare al Paese. Il vero regresso culturale che troppi giornaletti prezzolati regalano alle battaglie del MoVimento.

Chiarito questo punto è evidente che l’Italia non può essere abbandonata a se stessa a far fronte alle ondate di arrivi: infatti l’UE già stanzia fondi ad hoc in favore dell’Italia (500 milioni di euro negli ultimi 5 anni) in buona parte SPRECATI (per non dire rubati…) ed  altri paesi dell’UE si prendono buona parte di questa immigrazione che nella stragrande maggioranza dei casi non vuole nemmeno permanere in Italia viste la difficile situazione economica che stiamo attraversando e l’arretratezza culturale in cui siamo piombati.

L’Italia quindi va vista come punto di transito e non come punto di arrivo per chi cerca un domani migliore. Nell’idea di Comunità, più che di Unione, che ha il M5S.

E’ il minimo che dobbiamo offrire sempre pensando che la ruota della fortuna gira, e se spinta da semplicismo e pressapochismo, lo fa più velocemente.  E molto presto il “sud del mondo” potremmo tornare ad esserlo noi, se non lo siamo già!

Massimo Scabbia

Candidato al Parlamemto Europeo per il MoVimento 5 Stelle.

Ho omesso di rispondere circa le responsabilità in quanto 1500 caratteri, spazi inclusi, già oltrepassati col testo sopraccitato, non sarebbero serviti al caso…

…ancora manifesti!

Ecco i manifesti per le prossime elezioni regionali

Made InSanità

OltreReddito

e quelli dei nostri candidati del cuneense

10356722_259998027517655_2253129608152292749_n10330426_475132205951626_2000227528452150313_n

Ci siamo quasi, #vinciamonoi!

Europa. Massimo Scabbia (M5S) distrugge la politica che in Piemonte si ricicla

Massimo Scabbia è candidato al Parlamento Europeo per il MoVimento 5 Stelle nella circoscrizione Nord-Ovest ed in questo video distrugge l’atteggiamento dei riciclati della Politica cuneese
In caso l’audio non si sentisse: https://www.youtube.com/watch?v=WYlcqHLbDtA