Proposta per una mobilità cittadina più sostenibile

Il Movimento 5 Stelle Mondovì ha depositato una raccomandandazione al Sindaco (art.65 del Regolamento del Consiglio Comunale) che chiede all’Amministrazione comunale di promuovere e pubblicizzare il sistema di mobilità sostenibile “Jungo”.

jungo

Jungo consiste nell’incoraggiare gli imbarchi estemporanei su strada, con la tecnica base dell’autostop, ma con gli ingredienti della sicurezza reciproca e del vantaggio bilaterale. Chi vuole affrancarsi dalla schiavitù dell’auto può farlo tutte le volte che vuole: basta alzare la card al posto del pollice. La card si ottiene iscrivendosi al sito nazionale di Jungo (www.jungo.it). Possiamo quindi salvare la qualità urbana, i nostri polmoni e la fluidità degli spostamenti semplicemente con un comportamento “intelligente”, (cioè non solo virtuoso, ma anche conveniente!), ovvero sfruttando il flusso di autovetture semi vuote lungo le varie direttrici di percorrenza.

Questo sistema si è sviluppato in molte città italiane, tanto che la regione Emilia-Romagna, la provincia di Trento e la provincia di Asti hanno approvato delle risoluzioni affinchè “Jungo” venga ulteriormente incentivato nei rispettivi territori d’appartenenza.

Pertanto raccomandiamo la promozione e la pubblicizzazione del metodo “Jungo” in tutto il territorio comunale, nonchè la creazione di una rete Jungo coinvolgendo i comuni limitrofi e la stessa Provincia di Cuneo.

MoVimento 5 stelle Mondovì

DOWNLOAD RACCOMANDAZIONE JUNGO

FABIANA DADONE IN GRANDA 28-30 giugno 2013

0Dopo vari week-end passati tra Roma, siti oggetto di ispezioni a 5 Stelle (ACNA di Cengio e cantiere TAV di Chiomonte su tutti) e altre province del Piemonte per incontri con i propri conterranei, Fabiana Dadone, Cittadina Eletta alla Camera dei Deputati per il MoVimento 5 Stelle, passerà l’ultimo fine settimana di giugno in Granda.

E non sarà un week-end di riposo visti gli innumerevoli impegni organizzati dagli attivisti pentastellati locali che vedranno la sua partecipazione.

Si inizia venerdì 28 giugno, a Mondovì dove, dalle ore 20,45, presso la Sala delle Conferenze comunale di Corso Statuto, 13, Fabiana Dadone incontrerà i propri concittadini: dopo una doverosa e quanto mai necessaria relazione circa l’operato dei parlamentari del MoVimento 5 Stelle, viste le notizie scarse e distorte fornite dai media mainstream, Fabiana Dadone sarà lieta di rispondere alle domande dei convenuti.
Il mattino dopo, sabato 29 giugno, dalle ore 9 fin verso le 13, Fabiana Dadone presenzierà al gazebo del MoVimento 5 Stelle Mondovì di Corso Statuto, 22.

Domenica 30 giugno Fabiana Dadone sarà quindi ospite del MoVimento 5 Stelle Cuneo: al mattino, dalle ore 9 circa, sarà al punto di contatto di Corso Nizza, 30 (angolo Corso Dante) presso il quale avrà il piacere di incontrare i simpatizzanti, e non, cuneesi del MoVimento 5 Stelle. Alla sera l’appuntamento sarà, dalle ore 21, presso la Sala Comuanle di Via Schiaparelli, 15, per un altro incontro dibattito.

Come per ogni appuntamento del MoVimento 5 Stelle, sebbene cambino i ruoli, sebbene da semplici cittadini-attivisti si possa essere diventati Consiglieri Comunali, Regionali o addirittura Parlamentari, la partecipazione della cittadinanza tutta è di fondamentale importanza non solo per la riuscita degli incontri, ma per il prosieguo ed il successo del progetto del MoVimento 5 Stelle: vi aspettiamo numerosi “armati” di domande, proposte e progetti e, perché no, critiche. Solo una cittadinanza attiva e consapevole, fuori o dentro le istituzioni, non potrà che far uscire l’Italia dall’impasse in cui si trova. Non potranno riuscirci di certo i partiti tradizionali, i politici di professione, maestri dell’inciucio fine a stesso, mirato al perpetuarsi di una casta che ha spadroneggiato negli ultimi venti anni, e forse più, in Italia.

Loro non molleranno mai, noi neppure…

MoVimento 5 Stelle del Cuneese.

Risposte alle interrogazioni del 10/06/2013

Come ultimo punto del Consiglio Comunale del 10 giugno sono state affrontate le interrogazioni che abbiamo presentato.

(potete leggerle qui)

Difficoltà di accesso alla rete internet per la frazione di Pascomonti.

Il Sindaco si dichiara a conoscenza del problema che colpisce anche altri territori (frazioni di S.Quintino e Rifreddo). In più occasioni si sono confrontati con gli operatori (Telecom, Fastweb ecc) ma non sono mai riusciti a sbloccare la situazione per il mancato ritorno economico che avrebbero le aiende a fronte dell’investimento (poche utenze)

Un’opportunità alternativa è data dalla trasmissione del segnale via radio, serviio fornito da alcuni operatori locali, che va a coprire la quasi totalità del territorio.

Limitazione a 2h/giorno del servizio internet WiFi della biblioteca civica di Mondovì.

Il Sindaco dichiara che il problema è già stato segnalato e stanno cercando di ovviare al problema ma sembra non vi sia possilità. La possibilità di connettersi alla rete internet interna del Comune è esclusa per motivi di sicurezza.

Ho chiesto se non si poteva re-introdurre, in modo parallelo a freepiemonte wi-fi, il sistema precedente basato sulla piattaforma regionale WI-PIE. Il Sindaco ha risposta che non crede sia possibile ma che gli uffici stanno facendo il possibile e che posso rivolgermi direttamente a loro. Cosa che faremo nei prossimi giorni.

Rispetto della nuova legge sulle norme per lo sviluppo degli spazi verdi ubani:

Risposta nulla o quasi. L’Assessore saluta con favore la nuova norma e spiega che il PRGC attuale tiene conto dei vecchi parametri. Per la piantumazione degli alberi ci sono difficoltà oggettive, si affronterà nel tavolo PRGC. Non si conosce la situazione attuale i mq verde/abitante (dovrà essere fatto un report ogni anno, vigileremo).

Resoconto Consiglio Comunale del 10/06/2013

Consiglio Comunale che inizia con un minuto di silenzio per il tragico fatto di cronaca che ha interessato un giovane ragazzo monregalese, Carlo Mura.

Argomenti trattati:

1. Formulazione di un parere (obbligatorio per legge) sull’iscrizione al relativo Albo Provinciale della “Pro Loco frazioni di Mondovì Breolungi, Gratteria, Rifreddo e San Giovanni dei Govoni”.

Diamo voto favorevole.

2. Esercizio finanziario 2012 – Rendiconto. Si tratta dell’atto “tecnico” conclusivo del bilancio 2012 che va ad analizzare quanto è stato fatto o non fatto rispetto al Bilancio di previsione. Di fatto la possibilità dei Consiglieri di incidere è nulla, si può solo controllare e chiedere chiarimenti alla Giunta.

Premetto che il M5S non era presente (gennaio 2012) alla trattazione in Consiglio del Bilancio preventivo. Mi sono limitato ad ascoltare e a chiedere alcuni chiarimenti.

I Consiglieri Tarolli e Magnino (Mo.Mo.) hanno posto domande puntuali e competenti su opere pubbliche (cantiere ascensore che non parte, lavori ai campi Valeo), sito web del comune, recupero crediti comunali e su Mondovicino.

I Consiglieri di Maggioranza Priale (M.VI’ ATTIVA) e Aimo G. (PDL) hanno elencato, come da copione, quanto è stata brava e bella questa amministrazione.

E’ stato poi il momento degli Assessori che hanno risposto alle domande poste puntualmente. Mi ha particolarmente colpito (ed infatti ho risposto duramente) l’intervento del Sindaco che, invece di rispondere nel merito delle domande, ha attaccato i Consiglieri di minoranza, colpevoli di: “essersi sottratti all’evidenza”, “avere un atteggiamento pregiudiziale” “avere una volontà di contrapposizione”.

Ho risposto al Sindaco ricordando che l’iniziativa amministrativa spetta alla Giunta, che dovrebbe\potrebbe coinvolgere il Consiglio Comunale; ma così non è, ed ai Consiglieri arrivano solo provedimenti già decisi ed intoccabili. Quindi è inutile che continui ad attaccare i consiglieri di minoranza perchè controllano e fanno domande, perchè quello è il loro ruolo, quello che possono fare. Puzza di ipocrisisa l’acccusa di non essere collaborativi quando la Giunta esclude il Consiglio Comunale da qualsiasi decisione.

Memorabile l’intervento di R.Pulitanò (PDL) in difesa del Sindaco: “Di cosa vi lamentate, abbiamo presentato un rendiconto che rispetta tutti i parametri di legge!”. (almeno quello…) Bella la risposta di P.Magnino: “e meno male che avete rispettato i parametri di legge, se no non eravamo qua, eravamo in Procura!”

Voto contrario. Semplicemente perchè non condividiamo la programmazione polito-economica-amministrativa della Giunta.

3. Variazioni e provvedimenti in materia di trasporto scolastico.

L’appalto per il trasporto scolastico (elementari e medie) è scaduto. Quello vigente era stipulato con la”valligiana viaggi” e prevedeva la fornitura, con mezzi di proprietà del comune (4 bus di cui uno ancora decente e tre da rottamare) del servizio più la manutenzione ordinaria ad un costo per km di 2,10 + iva.
Ora sarà dato in appalto a GRANDA BUS (già gestore TPL su gomma a livello provinciale) per diminuire i costi. Infatti granda bus chiede 2,23 a km MA con mezzi propri. Totale verrà a costare circa 10.000€ in più ma si toglierebbe la spesa “mezzi”. In più granda bus si è impegnata ad acquistare i mezzi del comune (per circa 30-40.000€). Da notare che durante le corse scolastiche GRANDA BUS farà anche da servizio pubblico per i normali utenti.

Quindi la modifica a bilancio serve perchè si spostano i soldi dal capitolo “trasporto scolastico” e dalla “manutenzione mezzi” al capitolo “TPL”.

Altre variazioni:
– più asfalto (100.000€ in manutenzioni straordinaria strade) grazie a maggiori oneri di urbanizzazione non previsti.
– il progetto ABITA emergenza casa ha bisogno di mobili (finanziati da CRC) e bisogna mettere la somma a bilancio
– il Comune ha ricevuto soldi da regione per mettere a posto una strada nei pascoli di proprietà sul Mondolè (107.000€, il resto 40.000€ lo mette il comune)

Voto astenuto, perchè sebbene siamo critici sul piano asfalti (visti i recenti casi si potevano usare quei soldi per le fognature e lo scarico acque), vediamo positivamente la nuova formulazione del trasporto scolastico e l’implementazione del progetto ABITA (abitazioni temporanee per gli sfrattati e i senza lavoro).

4. Programma triennale delle opere pubbliche, modifiche.

Idem come sopra, è infatti un provvedimento correlato al precedente.

la risposta alle interrogazioni nel prossimo post.