Consiglio Comunale del 29 Aprile 2013

Il Consiglio Comunale sarà convocato per lunedì 29 Aprile, purtroppo per motivi personali non potrò partecipare e quindi ho chiesto in Conferenza Capigruppo il ritiro delle nostre due interrogazioni su M.vì Piazza e, d’accordo con gli altri firmatari, dell’Ordine del Giorno sulle Unioni Civili.

Naturalmente le interrogazioni e l’Ordine del Giorno saranno ri-presentate per poter essere discusse nel Consiglio Comunale seguente.

QUI L’ORDINE DEL GIORNO DEL CONSIGLIO COMUNALE

P.S.

[Si spera che il Consiglio non venga, come in questo caso, convocato dopo più di due mesi ed a ridosso di un ponte per le festività.]

P.P.S.

[La richiesta di un’eventuale altra data per il Consiglio non è stata nemmeno posta, visto il precedente dei colleghi Consiglieri Bovetti e Borsarelli che, alla richiesta di spostamento del Consiglio poichè non potevano essere presenti, era stato risposto che: << così è stato deciso (dalla precedente riunione di maggioranza ndr) e non si può cambiare>>

E questo nonostante la Conferenza dei Capigruppo dovrebbe essere il luogo ove si decide l’orario, la data e l’Ordine del Giorno del Consiglio Comunale. Questa Amministrazione invece la interpreta in modo diverso, utilizzando la Conferenza solo per “comunicare” data e ora già decisi (nella riunione di maggioranza del giorno prima ndr).

Sarà interessante la risposta all’interrogazione proprio sulla Conferenza Capigruppo presentata dai colleghi Consiglieri Tarolli, Gambera e Magnino.]

 

Federico Costamagna

Marcia per la Terra a Mondovì

Il MoVimento 5 stelle Mondovì ha aderito alla Marcia per la Terra di Mondovì. Vi invitiamo a partecipare!
66743_4648707224736_791965529_n
Il Coordinamento monregalese delle associazioni aderenti e simpatizzanti al Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio” organizza domenica 21 aprile, a Mondovì, una Marcia per la Terra contro il consumo di suolo, in concomitanza con simili iniziative nelle altre città italiane.
Si tratta di una camminata semplice (o pedalata.. pattinata.. è possibile venire con tutti i mezzi ecologici che si hanno) tra i quartieri dell’Altipiano e del Ferrone, per osservare da vicino il cambiamento avvenuto nella nostra città negli ultimi anni e conoscere anche alcune “buone pratiche” che già sono state avviate.
Il programma è il seguente:
ritrovo ore 10,30 piazzale ferroviario di via Fossano con presentazione del progetto degli orti urbani di Italia Nostra. Spostamento in Via Torino, corso Diaz. Tappa con l’associazione MondoQui, che presenterà il proprio progetto di riqualificazione di alcuni locali della Stazione Fs come luogo d’incontro e inclusione. Proseguimento per Via Saluzzo, via Cuneo, via Nino Manera. Tappa alla Scuola primaria di via Cuneo e presentazione del progetto Orto in Condotta di Slow Food. Corso Stati Uniti con tappa nel nodo centrale di Altipiano 2. Via San Rocchetto, via Ortigara, via Manzoni, via Pascoli, pista ciclabile tra via Pascoli e via San Bernardo, Via San Fiorenzo, via San Bernolfo, corso Alpi. L’arrivo sarà in Parco Europa, dove la compagnia teatrale “Servi di Scena” leggerà testi relativi alla tutela del paesaggio. Il pranzo è al sacco nel Parco. Nel primo pomeriggio ci si trasferirà con il sistema del Car Pooling a Cuneo, per la Marcia per la terra regionale.
Marciare per la terra è un piccolo ma importante gesto, invitiamo tutti a partecipare per salvare i suoli fertili rimasti e per difendere la parte di territorio monregalese non ancora compromessa dall’urbanizzazione.
La Marcia per la Terra è promossa dal Forum Nazionale “Salviamo il Paesaggio Difendiamo i Territori” in tutta Italia il 21 aprile 2013, alla vigilia dell’Earth Day mondiale (Giornata Mondiale per la Terra) promosso per lunedì 22 aprile dalle Nazioni Unite.
Per informazioni d.ghirardi@slowfood.it oppure 3389614222.
Aderiscono all’iniziativa:
– Associazione culturale Geronimo Carbonò
– Associazione Servi di Scena, Auser Volontariato Mondovì e Monregalese
– Circolo Legambiente Alex Langer di Mondovì
– Comitato ambientale Ama il tuo Paese di Villanova Mondovì
– Comitato Evergreen di Montezemolo
– Condotta Slow Food Langhe Dogliani Carrù
– Condotta Slow Food Monregalese Cebano Alta Val Tanaro e Pesio
– Sezione di Mondovì Italia Nostra Onlus
– MondoQui
– Mondovì in Movimento
– MoVimento 5 Stelle Mondovì
– Sezione di Mondovì del Partito della Rifondazione Comunista “Dante di Nanni”

Incontro Consiglio Comunale – vertici Mondoacqua s.p.a

Mercoledì 10 aprile alle ore 18,00 ci sarmondo_acqua_s1à un incontro nella sala consiliare del Comune di Mondovì tra i Consiglieri Comunali ed i vertici di Mondoacqua S.p.A. tesa a portare l’assemblea cittadina a conoscenza della situazione della rete idrica nell’ambito cittadino.

Mondoacqua è una società partecipata al 51% da Comuni del Monregalese (33% Comune di Mondovì) e per il restante da privati. La società gestisce l’acquedotto e tutto il servizio idrico a Mondovì ed in altri Comuni del Monregalese.

I Consiglieri Comunali potranno domandare liberamente quindi, chi avesse suggerimenti, idee, domande da proporre può mettersi in contatto con noi:

staff@movimentomondovi.it

federico.costamagna@movimentomondovi.it

tel.3470385411

 

Gettoni di presenza e costi della politica

Il motto “fuori i soldi dalla politica” è stato coniato dagli attivisti ed eletti del MoVimento 5 Stelle in tempi non sospetti, prima ancora, molto prima, che i neo-presidenti delle Camere mettessero addirittura in piedi la “corsa al taglio” dei loro compensi a cui abbiamo assistito negli ultimi giorni.

Per gli eletti del MoVimento 5 Stelle il ridursi lo stipendio, o non percepire addirittura nulla per l’opera che si presta, non è un atto di eroismo, è solamente la logica conseguenza a quanto in cui credono, ovvero che ricoprire la carica di amministratore pubblico o legislatore è da vedersi come un “servizio civile” a favore della collettività, servizio che accoppiato al “due mandati e a casa” delinea ancor più chiaramente il ruolo dei cittadini a 5 stelle nelle istituzioni: prestarsi per un lasso limitato di tempo alla collettività e poi tornare a fare la propria vita sperando di aver servito al meglio il prossimo.

Anche i “padri costituenti”, per quanto riguarda i compensi, la pensavano così, tanto che con una legge del 1948 (la n°1102 del 9 agosto), abrogata nel 1965, stabilivano il compenso per i parlamentari in 65.000 Lire, pari a 1.138 Euro di oggi, più rimborsi spese puntuali per chi proveniva da fuori Roma.

Insomma anche per i “padri costituenti” la politica era da considerarsi una sorta di volontariato o poco più.

In quest’ottica i Consiglieri Regionali del MoVimento 5 Stelle eletti nel 2010 in Piemonte ed Emilia Romagna si sono ridotti il proprio compenso a 2.500 euro/mese netti; a seguire, in svariati Comuni dove sono stati eletti consiglieri pentastellati, è avvenuto lo stesso, per culminare nel 2012 con le elezioni regionali siciliane dove gli eletti all’ARS del MoVimento 5 Stelle con le eccedenze dei propri compensi (si trattengono da quanto gli spetta di retribuzione solo 2.500 Euro/mese) hanno costituito un fondo per il microcredito a favore di piccole imprese ed artigiani che si alimenta di circa 100.000 Euro/mese,

Vi avevamo lasciato con questa promessa, il nostro portavoce Consigliere Comunale Federico Costamagna avrebbe rinunciato al gettone di presenza per il Consiglio Comunale e le commissioni. Con la determinazione del Dipartimento Affari Generali, n°2049 dello scorso dicembre, ha visto questa sua volontà rispettata.