L’Amministrazione Viglione, le istanze dei cittadini e la situazione di Mondovì Piazza

L’ultimo consiglio comunale ha ribadito la ferma intenzione di quest’amministrazione nel procedere alla realizzazione del polo scolastico di Mondovì Piazza…

Alcune considerazioni a tal proposito: il ballottaggio delle ultime elezioni comunali ha visto l’attuale sindaco Viglione perdere nel rione di Piazza, in passato era stata presentata una petizione firmata da circa milletrecento monregalesi che proponeva il recupero dell’esistente piuttosto che la costruzione di un nuovo edificio scolastico, in tempi di spending rewiew e patti di stabilità vari è sconsigliabile avventurarsi in grandi opere a debito, come il mutuo che il comune ha acceso per far fronte a parte dei costi della scuola in progetto.

Ecco, sono tanti campanelli che il Sindaco non vuole ascoltare e che testimoniano un modo di intendere la politica che non ci appartiene e che pone degli interrogativi: l’eletto ha potere decisionale assoluto o è tenuto ad ascoltare i messaggi che provengono dal territorio? Vogliamo una democrazia verticale e delegata o un modello più orizzontale e rappresentativo? Noi, nel 2012, crediamo che l’Amministratore debba sommamente tener conto delle esigenze che i cittadini presentano nelle varie forme concesse dalla Costituzione e dal Regolamento Comunale, in quanto da esse scaturiranno decisioni sicuramente più condivise e quindi migliori.

Pertanto noi diciamo ad un recupero di edifici inutilizzati per la nuova scuola di Piazza, alla costruzione di una rete di piste ciclabili che parta dalla piscina e termini a S. Anna, alla valorizzazione dei centri storici semplicemente ascoltando cosa ci chiedono i cittadini.

Ad esempio, presenteremo un’interrogazione riguardo allo stato di degrado di via Grassi (zona del Vescovile) e dei bastioni che corrono lungo la via stessa: non è meglio valorizzare Piazza seguendo le indicazioni degli abitanti piuttosto che avventurarsi in grandi opere non condivise?

Resoconto Consiglio Comunale del 26/11/2012

Video Consiglio comunale Mondovì del 26 novembre 2012

Solo tre punti all’ordine del giorno di questo Consiglio Comunale, Variazione di assestamento al Bilancio di Previsione 2012 (con discussione), comunicazione di prelievi dal Fondo di Riserva e le interrogazioni (ben 12). Assente il Consigliere Robaldo (Lega) e assente giustificato il Consigliere Borsarelli (Mondovì Solidale).

La discussione inizia con una lettera aperta al Sindaco del Consigliere Paolo Magnino di “Mondovì in Movimento”. Intervengono poi altri Consiglieri e il dibattito si assesta sul tema del nuovo Polo Scolastico di Piazza, intervento importante per le casse del Comune (finanziato con un mutuo di 4,9 milioni di euro).

Alla votazione di questo provvedimento abbiamo dato voto contrario in quanto: questo provvedimento fa seguito a quello discusso nello scorso Consiglio Comunale sulle nuove aliquote IMU (a cui avevamo dato parere contrario) perchè mette a bilancio gli 1,4 milioni di € (previsti) in più delle nuove aliquote, che vanno a coprire eventuali “buchi” di bilancio. In questo modo, l’Amministrazione non dovrà ricorrere ad un prelievo dall’avanzo di amministrazione per coprire le spese correnti e pareggiare il bilancio, ma potrà tenere l’avanzo per degli investimenti. Ed essendo noi contrari alla politica di investimenti di questa Amministrazione, il voto è stato doppiamente contrario.

Qui la comunicazione dei prelievi dal Fondo di Riserva.

INTERROGAZIONI DEL M5S

PISTA CICLABILE S.ANNA-OSPEDALE: per la pista ciclabile oggetto della petizione firmata 9 mesi fa da più di 1000 monregalesi c’è tanta volontà da parte dell’Amministrazione ma, nonostante l’impegno per un piano di piste ciclabili, non c’è ad oggi nemmeno uno studio di fattibilità per questa pista ciclabile.

Riportiamo la risposta dell’assessore Rosso:

“Confermo volontà ed impegno da parte dell’amm. Alla realizzazione, diciamo, di un piano di piste ciclabili in questa città che include sicuramente il collegamento tra S.Anna e la piscina.Questa è un’opera molto importante a servizio di tutte le famiglie..In questa direzione abbiamo operato approvando due progetti di fattibilità per la realizzazione di marciapiedi-piste ciclabili:

  • S.Anna – Tiro a segno in prossimità di via Cuneo
  • Zona di via S. Rocchetto che si congiungerà al Ferrone (in parte già costruita verso l’ospedale)

Questi due interventi sono compresi nella programmazione triennale e la spesa si aggirerà sui seicentomila euro. Sono convinto che i vincoli imposti da patto di stabilità ci imporranno attenta programmazione e verifica di sostenibilità riguardo a questi interventi.”

Visti i tempi, possiamo leggere tra le righe che i tratti di pista ciclabile già preventivati ben difficilmente si attueranno nei prossimi tre anni e che della pista ciclabile chiesta dai 1000 monregalesi (per lo meno un progetto di fattibilità che colleghi i due progetti già in atto) non c’è traccia…

LEGGE 133/92 – UN’ALBERO PER OGNI NATO: l’Amministrazione ribadisce la sua attenzione all’ambiente ma dice che questa legge non la rispetta, che gli alberi da piantare sarebbero 200 all’anno e che non c’è lo spazio dove metterli. Peccato che i comuni vicini a Mondovì questa legge la rispettino e che gli alberi li fornisca gratuitamente la Regione. Perchè non applicare questa legge? Assurdo.

SPORTELLO IMMIGRATI: martedì 27 ci sarà incontreo tra Comune e CSSM ed il servizio dovrebbe essere ripristinato con le stesse modalità di prima. Apertura entro fine anno o inizio nuovo anno. Una bella notizia!

VIABILITA’ BORGATO: il Comune ha chiesto di inserire l’intervento nelle opere prioritarie, ma ad oggi l’ANAS non ha risorse da stanziare.

Riportiamo la risposta dell’assessore Rosso:

“Costi del nuovo ponte sul Borgato: avevamo fatto originariamente quattro anni fa’ un incontro con dei privati che avevano portato una fattibilità di progetto (importo presunto 2 milioni di euro). Se l’anas condivida la realizzazione di questa nuova opera, se i fondi siano già disponibili dovremo a breve , entro fine anno incontrarci con la regione per capire se si trovano le risorse per portare avanti tale progetto. Sicuramente c’è stato un interessamento del presidente della regione Cota che due anni fa’ aveva fatto un sopralluogo.Quindi entro fine anno cercheremo di perorare questa causa.”

I Borgatesi e non solo attendono con ansia l’esito della perorazione per un‘ opera utile a fronte delle tante grandi opere a debito e inutili che funestano l’Italia.

RIMOZIONE AMIANTO A S.ANNA AVAGNINA: la ditta ha comunicato in data 15/09 l’inizio della pratica di rimozione e ad oggi sono state rimosse le lastre danneggiate e definite come rifiuto pericoloso. Il Comune chiederà comunque all’ARPA una verifica sulle lastre in amianto rimanenti. Noi ribadiamo l’assoluta pericolosità dell’Amianto e invitiamo l’Amministrazione a vigilare per garantire la salute dei cittadini.

SITUAZIONE VIA DIAZ/STAZIONE FS: hanno fatto un sopralluogo e, compatibilmente con le risorse finanziarie, si cercherà di ripristinare la copertura del sovrapasso, mentre l’urinatoio verrà definitivamente rimosso. Per quanto riguarda la fontana in disuso ci saranno ulteriori sopralluoghi in quanto c’è stata un’incomprensione nell’interrogazione.

Consiglio Comunale convocato lunedì 26 Novembre 2012

Il Consiglio Comunale è stato Convocato per il giorno 26/11/2012 alle ore 17,30 con il seguente Ordine del Giorno:

– ESERCIZIO FINANZIARIO 2012. BILANCIO DI PREVISIONE. VARIAZIONE DI ASSESTAMENTO.PROVVEDIMENTI.

– PRELIEVI DAL FONDO DI RISERVA. COMUNICAZIONE.

– INTERROGAZIONI:

– SULLA REALIZZAZIONE DI UNA PISTA CICLABILE TRA SANT’ANNA AVAGNINA E LA PISCINA COMUNALE ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì )

– SUL RISPETTO DELLA LEGGE N.133/1992 ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì )

– SUI LAVORI DI BONIFICA DELL’AREA DEL GAS, SULL’ACQUISTO E SULLE  IPOTESI DI UTILIZZO. ( MO.MO. )

-SUI TEMPI E MODI DIREALIZZAZIONE DEL TERZO LOTTO DELLA TANGENZIALE. ( MO.MO. )

– SUGLI ACCESSI VIARI AL RIONE BORGATO. ( MO.MO. )

– SUGLI ORARI E SUL FUNZIONAMENTO DELLO SPORTELLO COMUNALE PER GLI IMMIGRATI. ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì e MO.MO. )

– SULLA SITUAZIONE CRITICA DELLA VIABILITA’ DEL RIONE BORGATO.                     ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì )

– SULLA SITUAZIONE DEI CAPANNONI IN ETERNIT SITI IN S.ANNA AVAGNINA.        ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì )

–  SU VIA VECCHIA DI PIANFEI. ( MO.MO. )

– PER L’ISTITUZIONE DEL SENSO UNICO DI MARCIA IN VIA DELLA SUCCURSALE E SULLA SICUREZZA DI VIA ALDO MORO. ( MO.MO.)

– SULLA VIABILITà NEL TRATTO COMPRESO TRA CORSO EUROPA E VIA SAN BERNOLFO. ( MO.MO. )

– SULLA SITUAZIONE DI DEGRADO DELLA ZONA IN VIA DIAZ ADIACENTE ALLA STAZIONE FS. ( MOVIMENTO 5 STELLE MVì )

Interrogazione 5 stelle su zona Stazione FS di Mondovì e via Diaz‏

Il MoVimento 5 Stelle Mondovì continua nella sua opera di dar voce alle segnalazioni dei cittadini e, tramite il suo Consigliere Comunale Federico Costamagna, ha presentato un’interrogazione sulla disastrosa situazione di quella che dovrebbe essere “la porta della città” per i visitatori che arrivano con il treno o il bus, ovvero la zona stazione Fs / via Diaz.

E’ sotto gli occhi di tutti quanto questa zona sia lasciata a se stessa da parte dell’Amministrazione: sporcizia, incuria, degrado e opere pubbliche non funzionanti. Tre i casi specifici su cui chiediamo delle spiegazioni: l’urinatoio pubblico di via Diaz, non funzionante da almeno due anni, fonte di sporcizia e degrado; il soprapasso pedonale della ferrovia, che da via Diaz va in via Fossano, che presenta la copertura sfondata da almeno due anni (pericolosa soprattutto in inverno con neve e ghiaccio); ed infine la fontana pubblica dismessa in adiacenza della stazione Fs.
Con l’interrogazione si chiede quindi all’Amministrazione: cosa intenda fare in merito all’urinatoio, se intende metterlo in funzione o rimuoverlo definitivamente; se non reputi di mettere in sicurezza il soprapasso pedonale sulla ferrovia e perchè non si sia intervenuti prima e cosa intenda fare in merito alla fontana pubblica, se questa possa essere rimessa in funzione o rimossa definitivamente.

SCARICA l’interrogazione su stazione Fs / via Diaz

Tre interrogazioni presentate dal MoVimento 5 stelle Mondovì

A seguito della serata “Sei mesi in Comune” sono emersi alcuni interrogativi da parte degli attivisti e dei cittadini monregalesi. Ne sono scaturite tre interrogazione che avranno risposta nel prossimo Consiglio Comunale.

La prima, presentata insieme ai Consiglieri di Mo.Mo., riguarda lo sportello immigrati. Questo sportello che si occupa delle pratiche relative ai cittadini monregalesi extracomunitari, che è di competenza comunale, veniva fino a poco tempo fa finanziato con fondi della Provincia; nel momento in cui la Provincia ha tolto questi fondi, il Comune ha chiuso definitivamente lo sportello.

Noi chiediamo il perchè di questa scelta, che crea un disservizio e che obbliga tanti monregalesi (ma non italiani) ad andare fino a Cuneo per questo tipo di pratiche, dove trovano un ufficio congestionato, perdendo un sacco di tempo (e denaro)!

Sarebbe auspicabile riattivare l’ufficio, anche con orario ridotto, almeno un giorno a settimana.

La seconda interrogazione verte sulla situazione dei capannoni con copertura in eternit siti in S.Anna Avagnina. Queste coperture, in amianto, sono danneggiate e quindi, pericolose per la salute. L’Ufficio Ambiente, con nota prot. 15944 del 5 Luglio 2012, ha invitato i titolari dei capannoni a rimuovere le lastre contenenti amianto rotte o danneggiate costituenti la falda del tetto del capannone, in quanto tali lastre avevano assunto lo status di rifiuto speciale e pericoloso ai sensi del D.M. 14-12-2004 .

La data di scadenza della rimozione era stata fissata dall’ Ufficio Ambiente per il 11 Settembre 2012 e , in caso di inadempienza, previo sopralluogo, lo stesso Ufficio avrebbe proceduto con Ordinanza Ingiuntiva ai sensi del D. Lgs. 152/2006 e smi ;
Purtroppo a tutt’oggi, osservando dall’esterno il capannone in questione e confrontandolo con materiale fotografico risalente ai mesi precedenti, nulla sembra essere cambiato rispetto alla precedente situazione.

Chiediamo quindi di sapere se l’Ordinanza Ingiuntiva è stata effettuata e se i rifiuti pericolosi di cui sopra sono stati rimossi seguendo tutte le precauzioni in merito al trattamento di materiali contenenti asbesto e se, invece, le operazioni di rimozione non fossero state eseguite, quali passi intende fare quest’amministrazione per la risoluzione di tale questione che rappresenta una fonte di inquinamento ambientale e sanitario per gli abitanti della frazione di S. Anna d’Avagnina. Anche allo scopo di scongiurare la rimozione illegale e l’abbandono scellerato di questo materiale.

La terza interrogazione riguarda gli annosi problemi di viabilità all’interno del rione Borgato. I residenti infatti hanno da tempo espresso le problematiche e ravvisato la necessità di realizzare un ponte stradale che colleghi la Statale Mondovì-Ceva con la cappella dell’Annunziata.

Ravvisato che, l’opera si trova nel programma Amministrativo 2012-2017 del Sindaco Viglione e che, nel Luglio 2011, si era scomodato addirittura il Presidente della Regione Cota per un’incontro con i cittadini su questo tema, chiediamo se l’opera sia in programma e se vedrà una sua realizzazione, in che tempi e con quali costi (per il Comune e/o altri Enti) e se siano state valutate altre opzioni (quali ed a quali costi) per risolvere il problema di viabilità del rione Borgato.

Quest’ultima interrogazione ha visto una sua “gemella” presentata da Mondovì in Movimento, ci fa piacere che le istanze dei cittadini emerse durante la nostra serata “Sei mesi in Comune”, (a cui era presente un esponente di Mo.Mo.), trovino voce anche in altri esponenti del Consiglio Comunale.

Dare voce ai cittadini, questo era l’intento della serata. E siamo contenti di esserci, almeno in piccola parte, riusciti.

SCARICA l’interrogazione sullo sportello immigrati

SCARICA l’interrogazione sulla bonifica Amianto a Sant’Anna

SCARICA l’interrogazione sui problemi di viabilità del Borgato