UN PADANO ENTRA IN UN CAFFE’: SPLASH

Avendo letto con estrema attenzione il pezzo in questione, devo dire che non riesco ad identificarmi in quanto scritto e soprattutto mi domando che importanza possa avere, in questo preciso momento storico, quanto raccontato con cotanta dovizia di esempi e particolari dai due Consiglieri padani e quindi mi domando in cosa sposterà la vita dei monregalesi la delibera in questione.

Forse abitiamo in città diverse. Forse han fatto esempi talmente particoleraggiati, solo per ricacciar lontano da loro lo spettro del razzismo, che rende il racconto un pochino macchinoso: che non si affannino troppo a portare esempi di negozi gestiti da, o con dipendenti, tedeschi, francesi ed inglesi.

Cavolo, mi sembra una barzelletta! Conosciamo l’essenza della Lega: ricordo ai due Consiglieri padani, in caso se lo fossero dimenticato, che la Lega è quella che dà ospitalità a Borghezio ed a Calderoli che di atteggiamenti a sfondo razzista sono “campioni”. Che i due consiglieri “verdi” parlino pure liberamente di esercizi gestiti da, o con dipendenti, cinesi, marocchini e rumeni perché di questi negozi, si, se ne conosce l’esistenza a Mondovì. Mica vogliono diventare “politically correct” proprio ora?!? Ah già, le elezioni a Mondovì sono alle porte…meglio tenere un profilo basso…curare almeno la forma.

Non me ne vogliano i consiglieri padani, ma se per loro questo è un grande problema, per me, al pari, anzi ben al di sopra, è un problema sapere che ci sono “trote” in consigli regionali e presidenti di provincia dalla dubbia provenienza… A volte penso che se mia zia fosse stata la compagna di un ministro, sarebbe potuta diventare anche lei presidente di Provincia.  E se mio cugino fosse stato figlio di un leader padano, avrebbe potuto guadagnare 15 mila euro al mese. Come suol dirsi, “il caso”.

Senza ricordare ai consiglieri padani le “nefandezze” che sono emerse e stanno emergendo circa la Lega in ogni dove, la Lega dei “ladroni a casa nostra” come è stato prontamente corretto a Pontida: ci penseranno gli elettori alla prossima tornata elettorale a ricordalo ai cari consiglieri padani.

E ad esser sincero preferisco farmi servire un caffè da un “tedesco” piuttosto che avere in consiglio comunale certi personaggi politici a gestire gli interessi della collettività (padana e non): vogliamo parlare di PRGC? Di raccolta differenziata? Di rioni di Mondovì prossimi allo spopolamento? Vogliamo parlare di commercianti sul lastrico? Di giovani che fanno i pendolari per studiare, per divertirsi, per vivere?

Queste non sono cose che accadono per caso: sono il risultato dell’amministrazione della città alla quale i due consiglieri padani hanno concorso. Forse, paradossalmente, si fossero solo limitati ai problemi linguistici, Mondovì sarebbe una città migliore…

Massimo Scabbia, MoVimento 5 Stelle Mondovì

Aperitivo e Serata Rifiuti

Inizia alle 18,30 l’aperitivo a 5 Stelle organizzato dal MoVimento per ringraziare i firmatari della lista . I moVimentisti ringraziano gli autenticatori: un Notaio e due Funzionari del tribunale; felici di non dover ringraziare Assessori o Consiglieri del Comune. Finito l’aperitivo inizia una serata dedicata alla delicata questione della gestione dei rifiuti, un tema molto sensibile per tutte le Amministrazioni d’Italia. Giorni prima avevamo invitato il Presidente dell’ACEM, il Sindaco, l’Assessore all’Ambiente e tutti i candidati a Sindaco della città. Purtroppo solo Paolo Magnino e Silvio Bessone accolgono l’invito e si presentano insieme al Presidente dell’ ACEM, Dott. Gasco. Interviene Ezio Orzes, Assessore all’Ambiente del comune di Ponte nelle Alpi (BL), raccontando il percorso e l’esperienza del Comune più “riciclone d’Italia” per due anni consecutivi. Dopo di lui, il tecnico di Coop E.R.I.C.A., esperto in materia di compostaggio Andrea Pavan, dati alla mano, mostra le varie esperienze dei cittadini e delle comunità in Europa e in Italia che hanno fatto questa scelta.

La serata prende vita con molteplici interventi del pubblico e dei due candidati ospiti. Il dibattito diventa costruttivo e propositivo, non c’è voglia di litigare ma di confrontarsi e i cittadini in sala che si godono lo spettacolo, sono piacevolmente sorpresi. Ottimo esempio di partecipazione che colpisce gli stessi attivisti del MoVimento, i quali hanno tratto i seguenti spunti da aggiungere al programma: avvio della tariffa puntuale per premiare i cittadini che producono meno RSU e compostano in proprio; avvio di studio di fattibilità per il compostaggio di quartiere (modello Zurigo) e per l’acquisto di compostiera meccanica presso mense (ad esempio Ospedale) associata alla politica di riduzione degli sprechi in mensa; ciclo di riunioni di quartiere per ribadire i concetti di differenziata, purezza dei materiali separati e novità legate alla raccolta; avvertimenti e consigli ai cittadini che differenziano male e sanzioni a chi getta i rifiuti in modo improprio, sporcando così la nostra città.

Interviene anche Michele Bertolino, responsabile settore rifiuti di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta, che sottolinea che la questione rifiuti dev’essere affrontata innanzitutto centralmente dallo Stato italiano e successivamente lo sforzo dei vari comuni potrà avere più senso, dato che produciamo sempre più rifiuti e non vi è una tassazione adeguata alla produzione dei tanti, troppi imballaggi. Ezio Orzes aggiunge che lo splendido esempio di azienda pubblica in Ponte nelle Alpi a dicembre di quest’anno sarà un esempio del passato dato che l’azienda sarà costretta, grazie al Governo Monti, a diventare almeno per il 40% privata, nonostante il referendum dello scorso sull’acqua ed i servizi pubblici in genere avesse dato chiare indicazioni. Orzes non trova un senso logico in una norma di questo tipo e nemmeno i presenti in sala.
Abbiamo portato un bellissimo esempio di cultura e di progresso a Mondovì ed altrettanto bene ci hanno risposto tutti gli ospiti della serata. Siamo veramente felici di come si sia svolto il dibattito e crediamo che questa sia la strada giusta da percorrere.

Grazie a tutti

MoVimento 5 Stelle Mondovì

AD UN PASSO DALLA CHIUSURA DELLA RACCOLTA FIRME E SERATA “RIFIUTI ZERO”

Ottimismo tra gli attivisti del MoVimento 5 Stelle Mondovì per l’andamento della raccolta firme culminata col Firma-Day dello scorso 17 marzo. Solo più una manciata di firme separano la lista a 5 Stelle dal partecipare alle elezioni del 6-7 maggio.

L’attività del MoVimento 5 Stelle continuerà nei prossimi giorni con una serie di banchetti mirati a raccogliere le ultime firme necessarie: il 24 marzo in Corso Statuto, 22 – prossimità ex-bagni pubblici, orario 8,30-12,30 ed il 27 marzo nuovamente in Corso Statuto fronte Pasticceria Comino, orario 10-13. Altresì si ricorda che si può anche firmare a sostegno della presentazione della lista del MoVimento 5 Stelle presso l’Ufficio Elettorale del Comune di Mondovì tutte le mattine (lunedì escluso) tra le 8,30 e le 12,30 e nelle giornate di martedì e venerdì anche il pomeriggio dalle 14 alle 17.

Sempre il 27 marzo a chiusura della campagna raccolta firme, gli attivisti del MoVimento 5 Stelle Mondovì incontreranno i propri concittadini presso la Sala Comunale delle Conferenze, Corso Statuto 11/D, alle 18,30 per un aperitivo a “Km Zero” ed a basso impatto ambientale.

Infine, uno dei temi seguiti da anni dai movimentisti: subito dopo l’aperitivo, alle ore 20,30, avro luogo una serata informativa dal titolo “Strategia rifiuti zero: produrre meno immondizia e riciclarla tutta o quasi, è ipotizzabile a Mondovì?”. Interverranno Ezio Orzes, Assessore all’Ambiente del comune di Ponte nelle Alpi (BL), che presenterà l’esperienza del comune piu’ “riciclone” d’Italia. Il Comune gestisce i rifiuti con una propria società, ha portato al 90% la raccolta differenziata, ridotto le tariffe e raddoppiato l’occupazione. Altro relatore sarà Andrea Pavan, tecnico di Coop E.R.I.C.A., esperto in materia di compostaggio, che proporrà un progetto di compostaggio di quartiere per Mondovì. Clicca Qui per la LOCANDINA dell’ APERITIVO

Consci che da questo dibattito potranno nascere idee utili per la gestione dei rifiuti di Mondovì e non solo, sono stati invitati ad intervenire alla serata l’attuale Sindaco e assessore all’ambiente di Mondovì, i candidati sindaco delle altre liste e movimenti ed il presidente dell’A.C.E.M.

MoVimento 5 Stelle Mondovì

FIRMA DAY A MONDOVI’

Lanciato dallo stesso Beppe Grillo dal suo BLOG, questo week-end avrà luogo in tutta Italia uno degli ormai famosi Firma-Day del MoVimento 5 Stelle, giornata in cui si raccolgono firme con le più varigate finalità.
Dopo V-Day, V2-Day, Regionali 2010 ed Amministrative del 2011 ora tocca di nuovo a svariate liste cittadine del MoVimento 5 Stelle sparpagliate in tutta Italia raccogliere il numero di firme necessarie affinchè le liste a 5 Stelle possano partecipare alla prossima tornata elettorare.
Anche a Mondovì gli attivisti del MoVimento 5 Stelle saranno presenti con il loro gazebo in Corso Statuto, 22 (prossimità ex-bagni pubblici) ed attendono numerosi i propri concittadini dalle ore 10 alle 13 di sabato 17 marzo.
Inoltre, si ricorda che è possibile firmare presso l’Ufficio Elettorale del Comune tutte le mattine tra le 8.30 e le 12.30 (lunedì escluso), il martedì ed il venerdì anche il pomeriggio dalle 14 alle 17.

MoVimento 5 Stelle Mondovì